La formazione del personale civile

CASMI

CENTRO ALTI STUDI MINISTERO DELL’INTERNO (CASMI)
 

Il Centro Alti Studi del Ministero dell'Interno (CASMI), istituito dal decreto legge 4 ottobre 2018, n. 113, convertito con legge 132/2018, nell’ambito del Dipartimento per l’amministrazione generale, per le politiche del personale dell’amministrazione civile e per le risorse strumentali e finanziarie, opera presso la Sede didattico residenziale di Roma, in via Veientana.
La norma istitutiva ha attribuito al CASMI “compiti di promozione, organizzazione e realizzazione di iniziative, anche di carattere seminariale, finalizzate allo studio e all’approfondimento dei profili normativi e amministrativi attinenti all’esercizio delle funzioni e dei compiti dell’Amministrazione civile dell’interno, nonché alla realizzazione di studi e ricerche nelle materie relative alle attribuzioni del Ministero dell’interno”.
L’istituzione del Centro Alti Studi rappresenta una risposta all’esigenza di assicurare la valorizzazione della cultura istituzionale e professionale del personale dell’Amministrazione civile dell’interno, in tutte le sue componenti - carriera prefettizia, dirigenza dell’Area funzioni centrali e personale contrattualizzato.
La specificità delle funzioni dell’Amministrazione dell’interno ha posto, nel tempo, sempre più in evidenza l’esigenza di sostenere la sua peculiare identità, promuovendo momenti di riflessione, approfondimento ed analisi mirati ad alimentare e rafforzare il bagaglio culturale e professionale di tutto il suo personale, coinvolto nei diversi ambiti di azione amministrativa, sia al centro che sul territorio.
Il Centro Alti Studi è presieduto da un Prefetto nominato dal Ministro.
Il Presidente sovrintende a tutte le attività del Centro, predisponendo il programma annuale. Presiede il Consiglio direttivo e il Comitato scientifico, provvede all’esecuzione delle deliberazioni del Consiglio direttivo, riferendo periodicamente al Ministro, al quale presenta una relazione annuale sull’attività svolta dal CASMI.
L’attuale Presidente è il Prefetto Anna Maria Manzone, Direttore centrale per le politiche del personale dell’amministrazione civile.
Il Consiglio direttivo è composto dal Presidente del Centro Alti Studi del Ministero dell’Interno, che lo presiede, dal Capo Dipartimento per l’amministrazione generale, per le politiche del personale dell’amministrazione civile e per le risorse strumentali e finanziarie, dal Capo di uno degli altri quattro Dipartimenti secondo un principio di rotazione triennale, dal Direttore dell’Ufficio Affari Legislativi e relazioni parlamentari, da un Prefetto titolare di una Prefettura – Ufficio Territoriale del Governo, quest’ultimo nominato per un massimo di un triennio e rinnovabile una sola volta.
Il Consiglio direttivo concorre alla definizione degli indirizzi programmatici, delibera il programma di attività annuale proposto dal Presidente e la relazione annuale sull’attività svolta, predisposta dal Presidente.
Per il primo triennio, accanto ai vertici degli Uffici centrali già prefissati, sono stati chiamati a far parte del Consiglio direttivo il Capo Dipartimento per le Libertà civili e l'Immigrazione e il Prefetto di Napoli dott. Marco Valentini.
I cinque componenti del Comitato scientifico sono scelti dal Ministro, su proposta del Presidente del Centro, in numero di tre tra docenti universitari di discipline giuridiche ed esperti di discipline amministrative, storiche, sociali e della comunicazione ed i rimanenti due tra prefetti anche in quiescenza. Essi sono nominati per un triennio e sono rinnovabili una sola volta.
Tale organo è chiamato a collaborare alla definizione del programma delle attività e alla stesura della relazione annuale; ha funzioni propositive per quanto attiene alle iniziative ritenute aderenti alle finalità del Centro; esprime pareri sulle attività del CASMI.
Il Centro, per il conseguimento dei propri obiettivi, può “stipulare convenzioni, accordi e protocolli al fine di sviluppare forme di collaborazione con la Scuola Nazionale dell’Amministrazione, con Università, con Centri di ricerca e con altre amministrazioni ed istituzioni pubbliche e private”.
Il CASMI organizza conferenze, tavole rotonde e giornate formative rispondenti alla finalità dell’approfondimento di profili giuridici e amministrativi propri delle funzioni di competenza dell’Amministrazione civile dell’interno e alla valorizzazione della cultura istituzionale e professionale del personale. Tra le iniziative formative è prevista la realizzazione di webinar su temi ed esperienze di particolare interesse per il personale dell’Amministrazione dell’interno.
I progetti di analisi e ricerca, i cui argomenti sono individuati dagli organi preposti nell’ambito di specifiche macroaree tematiche, si propongono di fornire prodotti di “ricerca applicata” autorevoli ed aggiornati.
Per lo svolgimento delle attività formative e culturali il CASMI si avvale di una soluzione tecnologica in grado di poter offrire servizi di videoconferenza e training da remoto in webinar e produrre streaming massivi per la divulgazione degli eventi, utilizzando Facebook Live o YouTube Live, al fine di connettersi con una platea di grandi dimensioni.

Legge n. 132 del 1° dicembre 2018 D.M. 4 novembre 2019 D.M. 29 gennaio 2020
Data pubblicazione il 23/01/2021
Ultima modifica il 23/04/2021 alle 10:00:04


 
Torna su