La formazione del personale civile

notizie XXVIII corso Viceprefetto

 

 Esami Finali

 
Nella mattinata di venerdì 10 luglio, gli interventi del Capo Dipartimento per le Politiche del Personale, Prefetto Luigi Varratta, e del Direttore Centrale per le Risorse Umane, Prefetto Laura Lega, hanno concluso il percorso formativo di tredici settimane.
Le giornate del 14 e 15 luglio vedono i 30 frequentatori impegnati nella sessione d'esame finale: davanti ad una Commissione, appositamente costituita, è prevista la discussione di un project work individuale, concernente una proposta di miglioramento e/o innovazione di una specifica procedura nell'ambito delle tematiche istituzionali.
Tra gli argomenti: ordine e sicurezza pubblica, politiche dell'immigrazione e dell'integrazione, protezione civile, enti locali e politiche del territorio, libertà civili e libertà costituzionali, comunicazione interna e comunicazione istituzionale, gestioni commissariali, anticorruzione e trasparenza, politiche del personale, fondi europei.
Partendo dalla specifica esperienza lavorativa di ciascuno dei candidati e applicando in chiave interdisciplinare gli strumenti acquisiti durante l'attività didattica e l' applicazione pratica, tutti i progetti sono stati sviluppati prevedendo la descrizione dello scenario di riferimento (dall'ambito tematico a quello organizzativo), la messa a fuoco delle criticità relative al contesto e l'individuazione di uno o più obiettivi di miglioramento e/o cambiamento.
Durante le tredici settimane di didattica il progetto formativo si è articolato con una visione a tutto tondo della funzione del dirigente prefettizio e delle complessità sociali, economiche e politiche nelle quali è chiamato ad operare, prevedendo l'acquisizione di conoscenze e saperi, teorici ed esperienziali, ma anche l'approfondimento e il consolidamento di quanto acquisito nella vita lavorativa, con una reciproca condivisione di esperienze e capacità.
In questo modo, il corso ha voluto rispondere al fabbisogno di una formazione orientata allo sviluppo di competenze di una "carriera speciale", nell'intento di promuovere una "cultura" della legalità e della trasparenza, della sicurezza, del servizio, del coordinamento, della comunicazione, del "fare sistema", una cultura in generale di una amministrazione pubblica dove il capitale umano è riconosciuto come fattore strategico e la formazione è elemento determinante per il successo.
Pubblicato il :

 13° MODULO

 
Termina, con il tredicesimo modulo dal 6 al 10 luglio, il percorso formativo dei 30 partecipanti.
Il programma settimanale si apre con un'ampia panoramica sulle materie di competenza del Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali: dalla funzione di amministrazione generale alle attività di rappresentanza dello Stato e di governo sul territorio, all'azione di supporto agli Enti locali e alle Prefetture in tema di anagrafe e stato civile, ai servizi elettorali per il corretto svolgimento delle consultazioni amministrative e politiche .
In questo momento storico caratterizzato dalla difficile congiuntura economica la governance del territorio non riguarda più soltanto l'assetto complessivo dei vari livelli di governo ma diviene oggetto di misure dirette a contenere la spesa pubblica e, ancora, di azioni finalizzate a tutelare la legalità e ad assicurare l'efficienza amministrativa.
Un utile approfondimento sulle buone politiche territoriali viene svolto, sotto forma di testimonianza, da un rappresentante di un' amministrazione comunale.
Partendo dalle tematiche del "territorio", la didattica del modulo si sviluppa quindi con lezioni in tema di programmazione economico-finanziaria e di spending review, con particolare riguardo alla legge di stabilità 2015 ed al nuovo Fondo di Solidarietà Comunale.
Ulteriori focus riguardano i trasferimenti erariali agli Enti locali e la disciplina dei tributi locali mentre un laboratorio specifico sui contratti esplora la fase di realizzazione e le forme di finanziamento.
Il programma del corso si conclude, così come era iniziato lo scorso 13 aprile, col tema della legalità, della trasparenza e della prevenzione della corruzione, entrando nello specifico degli strumenti del ciclo di gestione della performance e dell'attività di controllo, monitoraggio e misurazione svolta dall'Organismo indipendente di Valutazione della performance del Ministero dell'Interno.
Pubblicato il 03/07/2015
Ultima modifica il 09/08/2017 alle 11:15:47

 
Torna su